Hi-Tech

Attacchi informatici, è boom con la pandemia

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quanto sono sicure le aziende dal punto di vista informatico? Quanto sono esposte al rischio di attacchi le loro reti? Se ne parla nel report pubblicato da Zscaler in cui vengono prese in considerazione le superfici di attacco* di 1.500 aziende in tutto il mondo: il risultato è sconfortante, e la situazione pare decisamente peggiorata dopo che la pandemia ha obbligato gran parte delle organizzazioni a spostare l'attività lavorativa sul cloud per consentire ai propri dipendenti di restare collegati da remoto.

* Per superficie di attacco si intende la parte del sistema potenzialmente esposta ad attacchi e generalmente ad accessi non autorizzati.

Il tema è di grande interesse, considerando il proliferarsi di incidenti che riguardano realtà strategiche (vedasi il caso Colonial Pipeline) e che hanno portato le Istituzioni a rafforzare le misure di sicurezza. In Italia, ad esempio, il Governo Draghi ha da poco firmato l'aggiornamento dell'elenco dei soggetti pubblici e privati essenziali che sono chiamati ad implementare gli strumenti di sicurezza informatica secondo quanto previsto dal Perimetro Cibernetico.

Lo studio Exposed si basa sui dati raccolti in 1.500 aziende nel periodo compreso tra febbraio 2020 e aprile 2021. Il primo risultato che emerge riguarda la correlazione diretta tra lo smart working e la superficie di attacco: all'aumentare del primo, cresce inevitabilmente la seconda. É inevitabile, in quanto aumenta la dipendenza dal cloud e il rischio di interventi dall'esterno si moltiplica specie in quelle realtà in cui non sono mai state applicate architetture zero trust per la sicurezza (massimo livello di sicurezza per cui in pratica non ci si deve fidare di nessuno, sia internamente, sia esternamente, adottando di conseguenza sistemi di protezione ad hoc). Queste le parole di Nathan Howe di Zscaler:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker