Hi-Tech

TCL punta a un ecosistema di dispositivi più coeso e integrato

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Poche ore prima che Microsoft presentasse Windows 11, con diverse novità davvero interessanti anche lato Android, TCL ha dimostrato una serie di funzionalità software che puntano a rendere più integrati e coesi dispositivi di classe diversa, come smartphone, tablet e smart TV. Il nome dell'esperienza, Multi-Screen Collaboration, lascia intendere in modo piuttosto ovvio cosa aspettarsi: e del resto, ormai siamo abituati all'idea di usare una stessa app su più dispositivi

Entrando più nello specifico, TCL promette che l'utente potrà collegare il proprio smartphone a un certo numero di smart TV e trasmettere video, usare la nuova modalità desktop sfruttando al tempo stesso lo smartphone come trackpad per il puntatore del mouse e catturare screenshot del TV. In aggiunta, lo schermo di TCL 20 Pro potrà essere trasmesso in mirroring sul tablet TCL 10 TAB MAX, e sarà supportato il drag & drop di immagini o altri file e il copia/incolla di elementi di testo. Il tablet potrà essere usato per rispondere a chiamate in arrivo sullo smartphone.

TCL ha pensato anche a Windows 10 (e 11, immaginiamo): le funzioni elencate (trasferimento di immagini e file via drag & drop, condivisione dei contenuti della clipboard, condivisione delle notifiche, condivisione delle pagine Web, modifica e creazione congiunta di documenti, digitazione sul telefono con la tastiera fisica del PC) ricordano molto da vicino ciò che Microsoft offre già ora con l'app Your Phone, ma pare che la società abbia sviluppato un client software alternativo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker