Hi-Tech

Ricarica rapida, prove di standard comune: ecco UFCS di Huawei, Oppo, Vivo e Xiaomi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I produttori cinesi di smartphone stanno rafforzando sempre di più la collaborazione interna volta a stabilire nuovi standard comuni e alternativi a quelli occidentali. Qualche settimana fa è tornata al centro dell’attenzione l’alleanza MTA (con cui è stato istituito un nuovo protocollo di trasmissione tra dispositivi Android), mentre oggi emerge che le principali aziende cinesi stanno lavorando anche ad un inedito standard dedicato alla ricarica rapida. Si tratta del UFCS (Universal Fast Charging Specification), nato dalla collaborazione tra Huawei, Oppo, Vivo, Xiaomi e l’Institute of Information and Communications Technology cinese.

I produttori e l’istituzione pubblica hanno quindi fondato il Green Energy Working Group – anche noto come WG10 – che si occuperà di regolamentare e controllare lo standard UFCS in futuro. Le specifiche tecniche sono state finalizzate lo scorso 28 maggio e solo ora emergono i dettagli in merito. Tra questi spiccano le informazioni relative al voltaggio adottato dal sistema, che sembra essere molto simile a quello della specifica USB PD3.0 PPS. Prevede:

  • 5V nell’intervallo tra 3,4V e 5,5V
  • 10V nell’intervallo tra 5,5V e 12V
  • 20V nell’intervallo tra 12V e 21V
  • 30V nell’intervallo tra 21V e 36V

Insomma, sembra proprio che il mercato venga presto invaso da un altro standard dedicato alla ricarica, anche se in questo caso potrebbe trattarsi davvero di una serie di specifiche diffuse e condivise tra diversi produttori, portando un po’ di ordine in questo segmento. Allo stato attuale, infatti, sono molte le aziende che lavorano a soluzioni proprietarie che spesso portano alla creazione di caricatori non pienamente compatibili con altri prodotti, fatto che causa un vero e proprio spreco di risorse e riduce la possibilità di arrivare realmente al caricatore unico. Chissà se UFCS sarà la risposta a questo problema.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker