Hi-Tech

Bitcoin spariti, investitori derubati: in Sud Africa la più grande cripto-truffa di sempre

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Prendi i Bitcoin e scappa. É questa, in breve, la storia di due fratelli sud africani proprietari di una piattaforma di investimento in criptovalute di cui si sono perse improvvisamente le tracce. Piccolo particolare: con loro sono spariti anche 3,6 miliardi di dollari in Bitcoin. Inutile dire che dei due non c'è traccia, ed è stata messa in moto una task force specializzata per non farseli sfuggire, così come sono stati avvisati i principali exchange di criptovalute sparsi in tutto il mondo, ai quali gli individui potrebbero rivolgersi per scambiare i bitcoin in moneta corrente.

É la più grande cripto-truffa della storia, iniziata lo scorso mese di aprile quando i Bitcoin ancora godevano del boom di inizio anno: uno dei due fratelli ha inviato ai clienti una comunicazione in cui si diceva che la piattaforma era stata colpita da un attacco hacker, facendo esplicita richiesta di non denunciare l'accaduto in modo tale da accelerare i tempi e recuperare il maltolto più rapidamente e facilmente. Non tutti ci sono cascati, e alcuni si sono rivolti ad uno studio legale, mentre altri hanno fatto richiesta di liquidazione della società (Africrypt Ameer Cajee). Impossibile avviare un'indagine formale, però, visto che in Sud Africa la criptomoneta non è considerata prodotto finanziario.

Ad accendere la spia è stata la supplica di non rivolgersi alle autorità: perché mai una piattaforma di investimenti in criptovalute, apparentemente hackerata, dovrebbe chiedere ai suoi clienti appena derubati di non sporgere denuncia? E pensare che già da una settimana prima del (finto) hack i dipendenti della società non avevano più accesso ai dati. Questo perché i due fratelli hanno avuto bisogno di tempo per trasferire i Bitcoin dai wallet dei clienti a tumbler e mixer, ovvero a servizi di miscelazione delle criptovalute creati per mischiare le monete virtuali contaminandole con altre provenienti da altre fonti in modo tale da rendere pressoché impossibile il tracciamento e la localizzazione dell'origine.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker