Hi-Tech

Bezos si dà alla fusione nucleare: finanzierà centrale pilota in UK

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Parola d'ordine: diversificare. É quello che sta facendo Jeff Bezos, ancora per pochi giorni CEO di Amazon e che a partire da luglio avrà forse un po' più di tempo da dedicare alle sue attività che esulano dal core business dell'e-commerce. Andrà nello spazio, lo sappiamo, e al suo ritorno – sempre che gli sia concesso – potrà occuparsi di ambiente e di altri affari per aumentare ulteriormente il suo cospicuo patrimonio. E così, tra un volo orbitale e un morso alla Gioconda, si viene a sapere che il magnate entra nel settore dell'energia atomica tramite General Fusion, società canadese intenzionata ad inaugurare una "struttura dimostrativa" per la fusione nucleare vicino a Oxford, nel Regno Unito, entro il 2025.

Non si tratterà dunque di un vero e proprio impianto tradizionale, quanto piuttosto di uno stabilimento pilota in cui verrà testata la Magnetized Target Fusion (MTF), tecnologia ancora decisamente acerba su cui Bezos sta investendo da diversi anni tempo e risorse. Non verrà prodotta energia, e le sue dimensioni corrisponderanno al 70% circa di quelle di un reattore normale. É una sfida importante, che sinora non ha prodotto risultati soddisfacenti ma che in futuro potrebbe aiutare l'umanità a generare energia (più) pulita senza i rischi che attualmente caratterizzano la fissione nucleare. Lo stabilimento di Oxford avrà un costo di 400 milioni di dollari.

Quello di General Fusion pare essere uno dei progetti di fusione nucleare più avanzati al mondo: per diventarlo si sono resi necessari diversi round di finanziamenti, e il numero uno di Amazon risulta essere tra gli investitori più attivi.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker