Hi-Tech

Windows 11 svelato, Microsoft chiede rimozione del link per il download

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sono giorni cruciali per Microsoft: la presentazione di Windows 11 è fissata per giovedì prossimo (24 giugno) e la settimana scorsa è stata diffusa in rete la prima build del sistema operativo. La casa di Redmond si è subito attivata per bloccare la distribuzione non autorizzata della ISO che permette di provare in anteprima la nuova versione di Windows; la mossa può quindi essere letta come una prova dell'autenticità della build 21996 nonché – se ce ne fosse ancor bisogno – di una conferma sul nome commerciale "Windows 11.

Microsoft ha presentato reclamo contro Google invocando il Digital Millennium Copyright Act (DCMA). La casa di Mountain View ha infatti indicizzato e inserito tra i risultati di ricerca un articolo di Beebom.com contenente il link per il download della ISO di Windows 11: l'articolo di Beebom.com distribuisce la ISO di Windows 11 (soggetta a copyright di MIcrosoft). Si prega di rimuovere il loro articolo dai risultati della ricerca. È una copia trapelata di Windows 11 non ancora rilasciato. Non è chiaro se Microsoft stia intervenendo direttamente anche nei confronti dei siti che ospitano la ISO per impedirne la distribuzione, ma l'ipotesi è verosimile.

Il fatto che l'azienda si stia muovendo per impedire la diffusione della build di Windows 11 dimostra anche che è infondata la teoria che sia stata Microsoft stessa ad immetterla in rete per depistare chi era in cerca di conferme sul prossimo aggiornamento di Windows. Certo è che si tratta di una build iniziale, incapace di rappresentare l'aspetto e le funzionalità definitive di Windows 11 che saranno messe a punto solo dopo vari mesi di sviluppo – motivo in più per bloccare la build, visto che potrebbe dare l'idea di un aggiornamento non così rilevante.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker