Hi-Tech

L'impatto della tecnologia sulla nostra vita, nel bene e nel male

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I dispositivi tecnologici attuali, e i tanti dati che raccolgono sui loro utenti, hanno avuto un impatto profondo sulla vita di tutti i giorni. A volte possono salvare vite, sventare crimini; altre volte è proprio tramite il loro sfruttamento improprio che i crimini vengono commessi. Un binomio tra luce e ombra, bene e male, vecchio come il tempo stesso; a ricordarcelo, quasi in contemporanea, nelle scorse ore sono emerse due storie di cronaca che vale la pena raccontare.

L’ASSASSINO SMASCHERATO DAI DATI DI SMARTPHONE E SMARTWATCH

Babis Anagnostopoulos, pilota greco di 33 anni, ha confessato oggi pomeriggio l'omicidio di sua moglie, la ventenne Caroline Crouch. Il delitto è avvenuto lo scorso 11 maggio: Anagnostopoulos aveva inizialmente dato la colpa a un gruppo di ladri, dicendo che avevano legato lui e soffocato lei, e rubato 15.000€ in contanti.

Dopo circa un mese di indagini, nell'ambito di un caso che in Grecia ha avuto un'enorme eco mediatica (tanto che l'annuncio della confessione ha interrotto la trasmissione della partita di calcio di Euro 2020), gli inquirenti non erano convinti della versione dei fatti data dal pilota: non avevano trovato traccia dei ladri, certo, ma soprattutto sono stati i dati raccolti da un diversi dispositivi elettronici, sia dell'assassino sia della vittima, che hanno convinto la realtà era diversa dalla storia raccontata dall'assassino. Per esempio:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker