Hi-Tech

Il legno può sopravvivere nello spazio? Il satellite Woodsat lo dimostrerà

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Per la prima volta nella storia dell'esplorazione spaziale si testerà l'uso del legno per la costruzione di un satellite, ci ha pensato l'azienda finlandese Arctic Astronautics, che con il suo WISA Woodsat vuole mettere alla prova questo materiale. E' nato così il progetto di realizzare un piccolo esemplare in compensato di betulla di forma quadrata da 10 cm di lato, che entro l'autunno sarà lanciato dalla Nuova Zelanda a bordo di un razzo Rocket Lab Electron. L'idea del team di sviluppo è capire il comportamento di questo materiale quando viene esposto a condizioni estreme, monitorando costantemente la struttura e valutando la resistenza al freddo e alle radiazioni.

La struttura sarà quasi completamente realizzata in legno, ad eccezione dei binari angolari in alluminio e di un selfie stick estensibile in metallo. L'idea stravagante è del giornalista finlandese Jari Makinen, co-fondatore di Arctic Astronautics, realtà che commercializza repliche di CubeSat realizzate a scopi educativi. Anche l'ESA parteciperà al progetto, contribuendo sia con la fornitura di una suite di sensori sperimentali utili alle operazioni di monitoraggio, sia nell'esecuzione dei test pre-volo. Non si tratta in effetti del primo progetto di questo tipo, anche l'Università di Kyoto vuole testare l'uso del legno per un esperimento di satellite orbitale da tenersi entro il 2023.

Per capire meglio il comportamento del compensato di betulla (lo stesso materiale di largo utilizzo nella realizzazione dei mobili) e garantire una durata minima, sarà utilizzato un processo di essiccatura all'interno di una camera sottovuoto e applicato un trattamento esterno di ossido d'alluminio, di classico utilizzo nella protezione dei dispositivi elettronici.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker