Hi-Tech

Google Pay, negli USA la vecchia versione è giunta al capolinea

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Negli Stati Uniti si dice addio al vecchio Google Pay: come promesso, da ieri l'app legacy, che da noi è ancora quella attuale, non permette più di inviare e ricevere denaro, rendendola di conseguenza praticamente inutile. Google aveva detto praticamente subito che ciò sarebbe successo, e aveva iniziato a inviare avvisi più mirati già dallo scorso febbraio, e ha concesso più di un mese di grazia rispetto alla tempistica iniziale, ovvero il 5 aprile. È comunque possibile, naturalmente, prelevare eventuale credito residuo. Tempo quindi di passare alla nuova versione; vale la pena precisare che nemmeno il sito, pay.google.com, può più essere usato per inviare e ricevere denaro.

In Italia la nuova versione di Google Pay, annunciata circa sei mesi fa, non è ancora stata resa disponibile. In effetti, gli USA sono l'unico mercato in cui può essere scaricata. Non ci sono informazioni concrete su quando arriverà da noi. L'app è uscita formalmente dalla Beta lo scorso marzo negli USA, e Google ha avviato diverse campagne interessanti per invogliare gli utenti alla migrazione – incluso un credito fino a 30 dollari per chi completa certe tipologie di operazione.

Le novità sono di un certo spessore: in particolare, c'è una nuova sezione che analizza e organizza le spese e le entrate dell'utente, in modo da individuare modi per ottimizzare il proprio conto; e c'è Plex, un conto corrente gratuito creato in collaborazione con svariati istituti bancari partner. Per il momento non ci resta che prendere atto e monitorare l'evoluzione della situazione.


Il meglio di OnePlus? OnePlus 9 Pro, in offerta oggi da Fc Web Store a 786 euro oppure da Amazon a 839 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker