Hi-Tech

Google vuole un Play Store più concreto e informativo, senza elementi fuorvianti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sul Play Store gli sviluppatori dovranno stare ancora più attenti a come presentano le loro app: le nuove regole annunciate da Google dicono che, per esempio, non sarà possibile indicare nell'icona, nel titolo o perfino nel nome dello sviluppatore quando un'app è in saldo, o se è top in qualche classifica di download, o che è "la migliore", o incentivare l'utente a scaricarla, o includere emoji e punteggiatura superflua. Sono comportamenti in cui tutti quanti ci siamo imbattuti, almeno una volta nella vita, e che in futuro scompariranno.

Condensando, le nuove regole si possono esprimere così:

  • Titolo delle app non superiore a 30 caratteri.
  • Sono proibite keyword che implicano performance o promozioni nello store nell'icona, nel titolo e nel nome dello sviluppatore.
  • Sono proibiti elementi grafici fuorvianti nell'icona.

Google vuole che le app e i giochi pubblicati nel Play Store rimangano "unici e riconoscibili". Quello di oggi è solo un "preannuncio": più dettagli arriveranno più avanti nel corso dell'anno, insieme a date precise di entrata in vigore. Sembra che se ne riparlerà nel 2022 almeno, comunque.


Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Mister Shop King a 709 euro oppure da ePrice a 763 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker