Hi-Tech

Notifiche di esposizione Apple/Google: su Android c'è un problema di sicurezza

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Le cosiddette notifiche di esposizione, sviluppate da Apple e Google per aiutare a contenere la pandemia da coronavirus e alla base di app come la nostra Immuni, hanno una vulnerabilità di privacy su Android: i ricercatori di sicurezza di AppCensus hanno osservato che alcune app di sistema – quindi preinstallate, che si trovano già sullo smartphone alla prima accensione – possono accedere ai dati raccolti in questo ambito.

DATI ESPOSTI E IMPLICAZIONI

Semplificando molto, attraverso una serie di incroci di dati un'app di sistema potrebbe carpire gli indirizzi MAC di tutti i dispositivi Bluetooth che sono stati nelle vicinanze dello smartphone; e in alcuni casi determinare chi ha contratto la COVID-19, la malattia causata dal coronavirus SARS-CoV-2, o è entrato in contatto con persone positive.

Con un numero sufficientemente ampio di dati, è possibile stabilire se due persone sono state nello stesso posto nello stesso momento e per quanto tempo. E, sempre in via teorica, se un'altra vulnerabilità permettesse di raccogliere sia l'indirizzo MAC del chip Bluetooth sia i dati GPS, i due database potrebbero essere incrociati per capire con precisione gli spostamenti di una persona. Sembra uno scenario abbastanza improbabile, ma nel mondo dei Big Data non si può nemmeno definire impossibile.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker