Hi-Tech

NVIDIA CMP 40HX: prestazioni in mining vicine alla GeForce RTX 3060

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Con un mercato schede grafiche particolarmente in crisi per quanto riguarda disponibilità e prezzi, parlare di schede dedicate al mining delle criptovalute può sembrare quasi provocatorio, potremmo dire snervante per quegli utenti che non riescono ad acquistare una GPU per il loro nuovo PC da gioco. La questione è stata discussa più volte: sappiamo che per il momento non ci sono soluzioni a breve termine e l'unica cosa saggia da fare è attendere – purtroppo – che il mercato ritrovi il proprio equilibrio.

In questo contesto, i produttori stanno cercando di trovare soluzioni che possano quantomeno aiutare a superare l'attuale crisi, offrendo vie alternative che, per quanto riguarda il mining, si concretizzano in prodotti come gli ASIC o le GPU pensate esclusivamente per minare le criptovalute. Tra questi ci sono le GPU NVIDIA CMP annunciate a febbraio, soluzioni che l'azienda californiana e i partner stanno iniziando a commercializzare proprio in questo periodo. La linea NVIDIA CMP si compone di 4 modelli, HX30, HX40, HX50 e HX90; le prime tre sono basate su architettura Turing, mentre la top di gamma HX90 utilizza una GPU Ampere di nuova generazione, la stessa per intenderci che ritroviamo sulle GeForce RTX 30.

A parte quest'ultimo modello, i prodotti CMP sono stati accolti piuttosto freddamente, complici probabilmente le prestazioni dichiarate da NVIDIA, decisamente al di sotto delle schede GeForce RTX. Le cose però vanno meglio di quanto si pensasse, o meglio, le NVIDIA CMP sembrano prestarsi molto bene all'ottimizzazione hardware/software per il mining, restituendo in questo senso risultati incoraggianti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker