Hi-Tech

MediaTek batterà tutti nella corsa ai 4 nm: sul mercato già a inizio 2022

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

MediaTek potrebbe essere la prima a immettere sul mercato un SoC a 4 nanometri: lo riportano diversi media cinesi e il sempre attivissimo leaker Digital Chat Station, che ormai si è fatto un nome nel settore. La produzione di questo chip potrebbe iniziare già nel quarto trimestre del 2021, con i primi dispositivi sul mercato all'inizio del 2022. Società del calibro di OPPO, Vivo e Xiaomi avrebbero già piazzato i loro ordini.

PROSSIMI SNAPDRAGON, EXYNOS, APPLE AX ANCORA A 5 NM

Da qualche tempo si vocifera dell'arrivo in anticipo del processo produttivo a 4 nm, grazie a TSMC, la più grande e importante fonderia al mondo, e ai suoi ingenti investimenti per mantenere la sua posizione di dominio a fronte di una concorrenza sempre più agguerrita (soprattutto di Samsung). I macchinari dovrebbero essere pronti per la produzione di massa, appunto, a partire dal quarto trimestre del 2021, ma sarà già troppo tardi per gli eredi degli attuali Exynos 2100, Snapdragon 888 e Apple A14 Bionic; i chip di prossima generazione rimarranno quindi a 5 nm come quelli di oggi, anche se il processo produttivo sarà un po' più rifinito. Apple, comunque, dovrebbe essere protagonista dei 4 nm fin da subito: avrebbe già ordinato la produzione dei chip dei prossimi Mac.

UNA CONCORRENTE SEMPRE PIÙ TEMIBILE

Al netto di MediaTek, quindi, per un SoC mobile a 4 nm bisognerebbe quindi aspettare l'autunno del 2022, con il lancio degli iPhone 14 con Apple A16 (i nomi, naturalmente, sono pure congetture). Se fosse vera l'indiscrezione di oggi, MediaTek batterebbe i suoi concorrenti di un paio di trimestri circa, confermando una volta di più il momento di splendida forma della società, che in questi mesi passati è riuscita a superare Qualcomm per volume di chip spediti, concentrandosi sulla fascia bassa e su margini estremamente ridotti. Con questa mossa, MediaTek avrebbe una proposta convincente anche nella fascia alta/top del mercato, in cui finora ha zoppicato un pochino (i suoi chip di punta sono realizzati con processo a 6 nm, invece di 5, e non hanno gli ultimi Cortex-X1 ad altissime prestazioni).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker