Hi-Tech

Utenti smartphone sempre più affamati di storage e il mercato li accontenta

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La capacità della memoria di archiviazione diventa un elemento sempre più determinante nella scelta dello smartphone e ciò vale in particolar modo per i dispositivi di fascia alta, dotati di fotocamere evolute e connessioni dati veloci (due elementi che contribuiscono a far lievitare la mole di dati da archiviare nelle memoria del dispositivo). A fotografare le principali tendenze del settore è il recente rapporto di Counter Point Research che analizza come il mercato delle memorie NAND per smartphone si è evoluto nel corso dell'ultimo biennio.

Una tendenza è chiara: la capacità media delle memorie NAND continua ad aumentare, anche grazie alla progressiva riduzione del costo, basti pensare che nel 2020 questo parametro ha tagliato il traguardo dei 100GB. Gli smartphone di fascia più alta hanno inoltre potuto contare in maniera sempre più frequente di memorie UFS sempre più capienti e veloci.

Ma quali sono i brand che hanno puntato più di altri su dispositivi equipaggiati con un'ampia dotazione di memoria NAND? Alla fine del quarto trimestre 2020 in vetta si trovava Huawei, seguita da Apple e Oppo, che hanno commercializzato smartphone con una capacità media rispettivamente pari a 150, 141 e 122GB. In coda al gruppo c'erano invece Realme, Motorla ed LG (77, 64 e 56GB di capacità media). Samsung che è un altro top brand non eccelle, ma non delude: si piazza grosso modo al centro con 95GB.


Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da interteria a 710 euro oppure da Unieuro a 779 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker