Hi-Tech

Euro digitale: ecco cosa ne pensano i cittadini europei

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Introdurre in Europa una valuta digitale non è un percorso né scontato, né breve, ma qualcosa continua a muoversi. La Banca Centrale Europea pubblica oggi i risultati della consultazione pubblica* che era stata indetta nell'autunno dello scorso anno. Si tratta di informazioni che di fatto permettono di valutare come il progetto dell'Euro Digitale potrebbe essere accolto dai cittadini europei e quali sono le esigenze che l'euro digitale dovrebbe soddisfare.

Da sapere: lo scopo a cui punta l'Europa è introdurre una moneta di banca centrale in forma elettronica che tutti i cittadini europei potranno utilizzare per effettuare i pagamenti. Avrà la stessa funzione delle banconote ma in forma digitale. L'euro digitale affiancherà il denaro contante senza sostituirlo.

PRIVACY E SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

L'euro digitale dovrebbe essere in primo luogo uno strumento che garantisce privacy e sicurezza. Sia i cittadini sia le imprese europee vedono nella tutela della privacy un requisito essenziale per scongiurare attività illecite, ma solo meno di un partecipante su dieci è favorevole all'anonimato completo. La valuta digitale dovrebbe inoltre essere utilizzabile in ogni Stato membro dell'Unione Europea, senza costi aggiuntivi e anche in modalità offline. Più nel dettaglio, sono queste le priorità manifestate dai partecipanti alle consultazioni:

  • tutela della privacy (43%)
  • sicurezza (18%)
  • possibilità di utilizzo in tutta l'area euro (11%)
  • utilizzo senza costi aggiuntivi (9%)
  • utilizzo anche in modalità offline (8%)

Ci sono poi ulteriori dati degni di nota emersi dalle consultazioni:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker