Hi-Tech

L'accordo con Tesla che ha salvato NIO

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Del costruttore cinese NIO abbiamo parlato più volte di recente. All'inizio del 2021, il marchio ha fatto diversi annunci che riguardano una nuova berlina elettrica e la sua stazione 2.0 per il servizio di "battery swap". Adesso, il fondatore e CEO Li Bin, all'interno di un'intervista con la stampa cinese, ha rivelato alcuni retroscena davvero interessanti del passato che riguardano anche Tesla.

ACCORDO NIO-TESLA

Nel 2019, la casa automobilistica cinese non stava attraversando un buon momento. I bilanci era negativi, i fondi scarseggiavano e si faceva fatica a trovare investitori. A tutto questo si era aggiunta una costosa procedura di richiamo per la sostituzione della batteria del modello ES8. Sebbene oggi si guardi a NIO con interesse, non bisogna dimenticarsi che sino a poco tempo fa l'azienda aveva vissuto un periodo complesso con un'importante crisi economica.

A causa di tutte queste problematiche di natura finanziaria, NIO fu costretto a rivedere i suoi piani di espansione. In particolare, fu stoppato il progetto della costruzione di una fabbrica a Shanghai, nonostante la società avesse ottenuto dal Governo locale un sostegno ben superiore a quello ricevuto da Tesla. I soldi erano un problema in quel periodo ed è qui che è "entrato in scena" il costruttore americano. Il marchio cinese, per la sua fabbrica aveva già ordinato nel 2018 una costosa attrezzatura che nel 2019 era pronta per essere ritirata ed installata.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker