Hi-Tech

Daedalus dell'ESA, il robot che esplorerà le caverne lunari è tutto italiano

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il futuro ritorno dell'uomo sulla Luna con il programma Artemis sarà solamente l'inizio di un progetto più ampio che prevederà una presenza più costante e sostenibile dell'uomo sul nostro satellite naturale. Ma per concretizzare tutto ciò dovremo essere sicuri che ci siano le condizioni per stabilire una prima base lunare la quale, unitamente alla stazione orbitale Gateway, consentirà un numero maggiore di operazioni e trasferimenti.

L'obiettivo è far diventare i viaggi verso la Luna semplice routine, arrivando a sfruttare il nostro satellite come ponte per viaggi di maggior portata, verso Marte ad esempio, godendo delle condizioni gravitazionali maggiormente favorevoli per i lanci dei razzi aerospaziali (lo avete visto Away su Netflix?).

Questi sono alcuni tra gli ambiziosi progetti che NASA, ESA ed altre agenzie spaziali internazionali vogliono portare avanti, ma per farlo dovranno essere risolte diverse questioni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker