Hi-Tech

Boom di malware macOS nel 2020, Windows resta il più colpito

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il titolo si potrebbe rapidamente commentare: nessuna novità all'orizzonte, gli utenti MacOS sono e sono stati sempre quelli che hanno avuto meno problemi per quanto riguarda gli attacchi malware, soprattutto se consideriamo la miriade di attacchi rivolti alla piattaforma PC Windows. Le cose però sono sensibilmente cambiate lo scorso anno, non tanto per quanto concerne i ruoli, ma soprattutto per la crescita esponenziale dei malware indirizzati agli utenti Mac, non per ultimo il recente Silver Sparrow che ha colpito oltre 30.000 utenti.

Silver Sparrow però sembra essere solo la punta di un iceberg che nel 2020 ha visto una proliferazione di attacchi mai vista prima il sistema operativo Apple. Questo è quanto emerge dal report di ATLAS VPN che, relativamente al 2020, segnala come lo sviluppo di malware per MacOS sia cresciuto addirittura del 1.000%.

Secondo quanto riportato, lo scorso anno sono stati rilevati 674.273 sample di nuovi malware per MacOS, un aumento vertiginoso rispetto ai 56.556 registrati nel 2019; in questi numeri sono comprese diverse tipologie di attacchi comprendenti backdoor, software di sicurezza ingannevoli, trojan e ransomware.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da TeknoZone a 449 euro oppure da ePrice a 866 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker