Hi-Tech

Apple si salva in Francia: anti-tracciamento legale. Ma le indagini proseguono

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple esce indenne dalla prima causa intentata nei suoi confronti in Francia che la vede contrapposta ad un gruppo di associazioni che raccolgono media, agenzie di marketing , aziende informatiche ed editori. La questione riguarda ancora una volta iOS 14 e l'App Tracking Transparency, funzione di anti tracciamento annunciata dalla società di Cupertino lo scorso anno e più volte rimandata, al cui debutto ora non dovrebbe mancare molto tempo. Le associazioni avevano impugnato la decisione di Apple definendola anticoncorrenziale e chiedendone il blocco, ma le autorità francesi la pensano diversamente. Almeno per ora.

App Tracking Transparency (ATT): ogni volta che si scarica un'app, tramite pop-up viene chiesta l'autorizzazione all'utente di utilizzare i suoi dati personali per condividerli con soggetti terzi a scopi pubblicitari (tracciamento). Qualora si dia il consenso, tali soggetti terzi avranno accesso a IDFA – Identifier for Advertisers, che identifica i dispositivi Apple e attiva il tracciamento.

L'accusa: con il framework ATT, Apple impone condizioni commerciali sleali agli sviluppatori di app. L'abuso di posizione dominante è contrario all'articolo 102, lettera a) del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da TeknoZone a 449 euro oppure da ePrice a 866 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker