Hi-Tech

L'acqua di Marte potrebbe essere sparita sotto la superficie | Studio Caltech

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Ci sono sempre più evidenze che indicano che in passato Marte potrebbe aver ospitato vaste distese d'acqua. La stessa missione Mars 2020, che di recente ha portato il nuovo rover Perseverance sulla sua superficie, ha avuto come obiettivo proprio una zona che in antichità potrebbe essere stata sede di un enorme lago alimentato da un fiume.

I segni ci sono tutti, poiché in diverse zone di Marte sono chiaramente visibili i vecchi letti dei corsi d'acqua e, nel caso del cratere Jezero, anche dell'antico delta. Pure la particolare erosione delle rocce non lascia molti dubbi e pertanto si ritiene che circa 3,5 miliardi di anni fa Marte potesse risultare molto simile alla Terra come la vediamo oggi.

C'è però una domanda a cui non abbiamo ancora trovato una risposta, non sappiamo infatti dove l'acqua sia andata a finire e come sia sparita nel nulla. Lo abbiamo visto in moltissime foto, Marte ora si presenta come un deserto brullo e gelido per la maggior parte della sua superficie, ma la prova più schiacciante della presenza di acqua la possiamo trovare nei poli e in piccole quantità anche nell'atmosfera. Una della immagini più eccezionali che testimonia quanto affermato è quella del cratere Korolev, situato vicino al polo nord marziano e costantemente ricoperto da uno spesso strato di ghiaccio che nel punto centrale misura circa 1,8 km di profondità.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 670 euro oppure da Unieuro a 759 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker