Hi-Tech

Facebook non vuole farsi scappare il trend delle newsletter | Rumor

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Come è successo per i podcast, le newsletter stanno osservando un ritorno di notorietà, e Facebook intende capitalizzare. Stando al New York Times, la piattaforma di Mark Zuckerberg starebbe preparando degli strumenti per giornalisti e scrittori indipendenti per aiutarli a costruirsi un seguito sul social, gestire le liste di email e gli abbonamenti a pagamento. Il progetto è appena partito, dice il giornale citando fonti interne, ma la speranza è di completarlo entro quest'estate.

Le newsletter stanno vivendo un periodo di seconda giovinezza, dicevamo: Substack, una piattaforma espressamente dedicata, ha raggiunto quota 250.000 abbonati a pagamento lo scorso settembre, e Twitter ha recentemente fatto acquisti nel settore, rilevando Revue. Ci sono addirittura diversi giornalisti molto conosciuti e rispettati che hanno abbandonato l'editoria tradizionale e si dedicano esclusivamente a newsletter indipendenti. I vantaggi sono diversi, in effetti: completo controllo editoriale su ciò che viene pubblicato, per esempio, e incasso diretto dei profitti senza tramiti e intermediari.

Facebook sta cercando di portare più in primo piano contenuti giornalistici, notizie e articoli da fonti rispettabili. Negli scorsi giorni ha iniziato a rendere disponibile dalle nostre parti il suo servizio News, partendo dal Regno Unito e con l'intenzione di diffondersi nel resto dell'Europa. Interpellato sulla questione newsletter, il team PR di Facebook non ha rilasciato conferme dirette, ma ha ammesso che sta lavorando per offrire maggior supporto ai giornalisti indipendenti. Secondo fonti interne, il progetto starebbe particolarmente a cuore a Mark Zuckerberg in persona, che avrebbe incaricato un team di occuparsene con priorità dopo aver notato la crescita di popolarità del formato.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker