Hi-Tech

Google Pixel, niente Adaptive Charging per chi fa la notte

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

È stato scoperto un limite orario importante per la funzionalità di Adaptive Charging negli smartphone Pixel: si attiva solo se lo smartphone è stato collegato al caricatore dopo le 21:00, e solo se la sveglia per il mattino successivo è impostata tra le 5 e le 10. Chi fa il turno di notte, insomma, rimane tagliato fuori.

L'Adaptive Charging fa in modo che lo smartphone si ricarichi più lentamente quando è chiaro che rimarrà collegato al caricatore per un periodo prolungato di tempo – appunto quando si dorme, per esempio. Questo evita stress inutili alla batteria, rallentando così il processo fisiologico di invecchiamento chimico e da cui deriva la progressiva perdita di capacità. La funzionalità è stata rilasciata all'inizio di questo mese attraverso i Feature Drop, ovvero degli aggiornamenti mensili (inaugurati un anno fa ormai) che Google riserva ai suoi smartphone. A differenza delle patch di sicurezza, che correggono solo bug e vulnerabilità, introducono nuove funzioni e servizi e migliorano la qualità d'uso dei device.

L'Adaptive Charging è stato reso disponibile solo per Pixel 4 e 4 XL, oltre ai tre nuovi di quest'anno: il 4a (l'unico arrivato ufficialmente in Italia), il 4a 5G e il 5. Apple ha introdotto una funzionalità simile in iOS 13: è un po' più sofisticata, perché usa degli algoritmi di machine learning per capire le effettive abitudini di ricarica di ogni utente. Chissà se anche Google si allineerà in futuro.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker