Sport

Palermo, CRLucca regala oro e incenso a Mirri. E mirra al mister. Le pagelle ironiche di A&F

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT








È una partita che di certo non sa di serie C. Lo immaginavano all’inizio dell’anno come uno scontro promozione ma a questo punto della stagione dobbiamo solo accontentarci di definirlo un big match. Meglio di niente, di questi tempi. Boscaglia finalmente rinuncia a Broh, schiera Palazzi in cabina di regia davanti alla difesa E disegna un 4-3-3 a volte quasi 4-3-2-1 che sa tanto di albero di Natale e fa molto periodo. Intanto per noi può schierare pure il 5-5-5 di Oronzo Canà ma basta che la vince.

Al 3’ Rauti impegna il portiere e ci riprova al 6’ di testa ma non è fortunato. Al 23’ ci rendiamo conto che la partita è bloccata come il centro di Palermo in periodo natalizio nonostante il Covid e cominciamo a chiederci come dobbiamo vincerla. Al 36′ è ancora Rauti su punizione ad andare vicino al gol e ci sembra che stia giocando solo. Allo scadere del primo tempo il Bari fa quello che fa una squadra cinica costruita per salire: segna alla prima mezza occasione con errore della difesa rosanero che mette D’Ursi solo davanti al portiere. I cinque difensori del Palermo fanno le statuine del presepe.

Rientriamo sconfortati e neanche il grappino natalizio riesce a tirarci su. A gettarci nel baratro ci pensa Luperini che fa un tuffo senza senso da solo davanti al portiere su una bella imbeccata di Accardi. Il Palermo ci prova ma sembra solo la classica “ammuina partenopea” perchè il Bari rischia sempre pochissimo e gioca come il gatto con il topo (luogo comune per noi). Il Palermo riesce finalmente anche a segnare, ma in fuorigioco.

Quando ormai la partita si avviava a conclusione Lucca si mette sul pallone con la postura di CR7 per tirare una punizione. Mentre cominciamo a ridere alla sola idea che possa pensare anche solo di tirarla, Lucca conta i passi e tira un comodino sotto l’incrocio dei pali che lascia di sasso anche lui e ci fa abbandonare alla pazza gioia. Il Palermo ci prova anche a vincere sull’onda dell’entusiasmo ma il Bari non concede niente. Alla fine il Palermo pareggia una partita che sembrava ormai finita grazie alla prodezza da playstation di Lucca.

La partita con una vera candidata alla promozione ci conferma che il Palermo non può aspirare alla Serie B direttamente e deve intervenire sul mercato a gennaio per provarci, almeno attraverso i playoff. Speriamo la pausa natalizia porti oro e incenso a Mirri per il mercato di riparazione e a Boscaglia un poco di mirra per capire definitivamente come mettere in campo i nostri, purtroppo, beniamini. Buon Natale e forza Palermo!

Pelagotti 6 – Forse sul gol poteva essere un po’ più reattivo ma è anche vero che si trova l’attaccante barese in mezzo al sacco scrotale. Orchite.

Accardi 8,5 – se tutti giocassero con il suo impegno saremmo primi in classifica. Commovente.

Somma 5,5 – in occasione del Natale rimane fermo come il pastorello del presepe. Spirdato.

Marconi s.v. 

(dal 26′ p.t. Lancini) 5,5 – Non ci ricordiamo granché ma siccome viene sostituito dopo poco la prestazione non sarà delle migliori. In and out.

(dal 27′ s.t. Valente) s.v.

Crivello 7 – Di norma come esterno non lo stimiamo troppo e lo preferiamo centrale ma oggi si ammazza senza risparmio anche ingaggiando qualche bella “questione”. Aggaddino.

Palazzi 5 – L’esperimento come regista fallisce ma potrebbe provare come sceneggiatore. Cinematografo.

(dal 18′ s.t. Floriano) s.v.

Odjer 6,5 – Non si risparmia e scatena una questione razziale sulla quale esprimiamo tutta la nostra solidarietà. No discrimination.

Luperini 4 – Lo abbiamo invocato più volte come titolare. Pentiti (noi).

Kanoute 5 – Il solito lavoro inconcludente in varie zone del campo che neanche gli competono. Vagabondo.

(dal 18′ s.t. Silipo) 5 – Confidiamo sempre su di lui ma si ostina in dribbling improbabili e irritanti. Passala!

Saraniti 5 – Perso e abbandonato tra i marcantoni baresi non riesce a beccarne una e inscena teatrini spesso irritanti. Natale in casa Cupiello.

Rauti 7 – Nel primo tempo gioca praticamente da solo, anche se non riesce a buttarla dentro. Provaci ancora Sam.

(dal 27′ s.t. Lucca 9) – Agguanta il pareggio con una punizione degna di Roberto Carlos. Tre dita. 

Boscaglia 5,5 – Il Palermo recita sempre lo stesso soggetto e al momento non è un bel vedere. Molto rumore per nulla.

LEGGI ANCHE

LE DICHIARAZIONI DI BOSCAGLIA

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

LA CRONACA DEL MATCH

L’articolo Palermo, CRLucca regala oro e incenso a Mirri. E mirra al mister. Le pagelle ironiche di A&F proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker