Hi-Tech

L'Antitrust UE torni sul caso Google nella ricerca, chiedono i concorrenti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'Unione Europea deve tornare a indagare sulla posizione dominante di Google nel settore della ricerca online: è questo, in estrema sintesi, il succo della lettera firmata da un certo numero di motori di ricerca europei e non, tra cui i francesi Lilo e Qwant, il tedesco Ecosia, l'americano DuckDuckGo e il ceco Seznam, e indirizzata a Margrethe Vestagher, che, come sappiamo, nel corso degli anni passati non si è certo tirata indietro quando era ora di bacchettare il colosso della ricerca. Più specificamente, i rivali di Google non sembrano soddisfatti del sistema di scelta del motore di ricerca alternativo implementato in Android, e vogliono un meeting con tutte e tre le parti in causa – la concorrenza, la Commissione e Google stessa.

Per fare mente locale: qualche tempo fa Google e l'UE sono giunte a un accordo secondo cui in tutti i nuovi smartphone Android, durante la configurazione iniziale, all'utente viene chiesto quale motore di ricerca preferisca usare. La schermata di scelta include quattro motori: Google più altri tre. I concorrenti devono pagare per questi slot: ogni tre mesi, Google li mette all'asta e i tre migliori offerenti rimangono in bella vista fino alla prossima asta. Per ogni Paese/mercato c'è uno slot: nell'ultima asta, per esempio, in Italia hanno vinto Bing, Info.com e PrivacyWall. Questa soluzione è stata a lungo criticata dalla concorrenza – o almeno da una parte di essa.

Difficilmente è un caso che proprio ora la coalizione di rivali di Google torni a fare la voce grossa: è facile immaginare che si cerchi di cavalcare l'onda della notizia, piuttosto storica, che qualche giorno fa il Dipartimento di Giustizia americano ha deciso di fare causa a Google per concorrenza sleale.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 465 euro oppure da eBay a 640 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker