Hi-Tech

Samsung migliora il chip di sicurezza: dati personali e sensibili sempre più protetti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Samsung Secure Element si rinnova con l'obiettivo di migliorare il livello di protezione dei dati sensibili salvati sullo smartphone. La seconda generazione si basa sul nuovo chip S3FV9RR, iterazione del precedente S3K250AF introdotto per la prima volta su Galaxy S20, S20 Plus e S20 Ultra.

Il chip e il software a questo dedicato costituiscono una soluzione con standard di sicurezza EAL 6+ (livello massimo per un componente mobile – il chip della gamma S20 è certificato EAL 5+) e consentono di preservare le informazioni personali inserendole in un'area separata dal resto del sistema. Si pensi ai dati della carta di credito per i pagamenti digitali, che in questo modo vengono protetti da eventuali attacchi esterni, sia software sia hardware.

Rispetto alla generazione precedente, il chip S3FV9RR permette di avere a disposizione il doppio di spazio di archiviazione protetto. Il sistema di sicurezza implementato da Samsung supporta il Root of Trust (RoT) tramite cui si verifica che ad ogni riavvio dello smartphone venga eseguito solamente il firmware con chiavi approvate, impedendo ad esempio eventuali aggiornamenti software non autorizzati.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker