Hi-Tech

I cani addestrati potrebbero rilevare la Covid-19 in aeroporto

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Prima che qualcuno inventi un rilevatore di virus a distanza, cosa alquanto improbabile con la tecnologia odierna, una soluzione potrebbe arrivare dai nostri amici a quattro zampe che già ci proteggono in tutti gli aeroporti del mondo rilevando sostanze pericolose. La sperimentazione è reale e già in corso nel Regno Unito, a dirigerla un team della London School of Hygiene and Tropical Medicine in collaborazione con il Medical Detection Dogs grazie a 500.000 sterline messe a disposizione dal governo.

Alcune razze di cani sono già addestrate per rilevare infezioni e malattie come cancro, malaria e Parkinson, lo stesso potrebbe avvenire con la Covid-19, addirittura prima che arrivino i primi sintomi. Secondo i ricercatori, infatti, i disturbi respiratori cambiano l'odore del nostro corpo e certi marcatori specifici del Coronavirus potrebbero essere rilevati dal potentissimo sistema olfattivo dei cani. Pensate che l'area in grado di elaborare e analizzare gli odori occupa il 12,5% del loro cervello, nell'uomo solo l'1%.

A lavoro in questo importantissimo progetto sei cani, subito rinominati "The Super Six", divisi in labrador e cocker. Dovranno innanzitutto essere esposti ai nuovi odori, i ricercatori stanno quindi raccogliendo campioni da persone che sono testate positive alla Covid-19 e da chi invece è negativo. Per questo lavoro vengono banalmente sfruttate le mascherine usate, abbondantemente impregnate dei nostri marcatori in entrambe le situazioni, ma anche le calze di nylon pare siano dei buoni collettori.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da TIMRetail a 499 euro oppure da Amazon a 560 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker