Hi-Tech

Mercato Auto Italia 2020: nel mese di aprile immatricolazioni quasi azzerate

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I primi dati del mercato auto Italia 2020 di aprile sono drammatici sebbene fossero ampiamente attesi. Se marzo aveva fatto segnare un catastrofico calo dell'85% delle immatricolazioni, si temeva ancora di più il mese successivo quando gli effetti del lockdown si sarebbero fatti sentire in maniera più forte. Secondo le prime stime di UNRAE, ci si troverebbe di fronte ad un evento senza precedenti con un crollo tra il 97% e il 98%.

Detta in maniera più semplice, a aprile il mercato auto Italia risulterebbe praticamente azzerato. I dati ufficiali arriveranno solamente tra qualche giorno ma sino a venerdì scorso ci sarebbero state appena 2.073 immatricolazioni. Anche raddoppiassero da qui a fine mese, il dato si sconterebbe con le 175 mila unità dello stesso mese dell’anno passato. Vista la gravità del momento, UNRAE sollecita un intervento urgente del Governo a sostegno dell'intero settore auto. Michele Crisci, Presidente dell’Associazione delle Case automobilistiche estere, sottolinea.

Di fronte a una situazione senza precedenti c’è bisogno di un’azione senza precedenti da parte del Governo, a supporto della filiera della distribuzione, che ha visto improvvisamente azzerarsi i propri ricavi da ormai 2 mesi. In questo drammatico contesto con migliaia di aziende a rischio di sopravvivenza e i 160.000 dipendenti e le loro famiglie che a cascata subirebbero pesantissime ripercussioni, è assolutamente necessaria l’urgente adozione da parte del governo di interventi che riattivino velocemente la domanda di auto alla ripresa delle attività. Dopo intenso confronto con le altre principali Associazioni della filiera automotive UNRAE ha inviato nei giorni scorsi una lettera al Governo, presentando un pacchetto organico di misure, ritenute le più adatte a sostenere il recupero del mercato dopo il lungo blocco della maggior parte dell’economia, che sta fiaccando in modo pesante la capacità di spesa di famiglie e imprese.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker