Hi-Tech

Huawei P40 è il top che vorrei: dimensioni e autonomia perfetti ma HMS | Recensione

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

In un mondo di smartphone tutti simili sono sempre più spesso le colorazioni e i materiali a fare la differenza, ma per Huawei P40 entra in gioco anche il fattore dimensionale visto che è addirittura più piccolo del suo predecessore e di gran parte della concorrenza. Proprio P30 è stato uno dei miei preferiti dello scorso anno, uno dei pochissimi – attorno ai sei pollici – capace di garantire anche un'ottima autonomia e il giusto equilibrio complessivo. Ecco l'autonomia, uno dei veri vantaggi della nuova serie P40 che sul fratello piccolo si dimostra ben al di sopra della media.

Il nuovo arrivato rispetta il cambio di design; un tocco di moderno che migliora per lo più il retro abbandonando il sistema verticale a semaforo a fronte di una "placchettina" più sobria. Ma una critica la voglio muovere subito alla casa cinese che, nei render e sul sito ufficiale, si è lasciata andare in elaborazioni grafiche fin troppo fantasiose: i bordi sono stretti, è vero, ma non certo tanto quanto mostrato online. Huawei, non hai certo bisogno di queste esagerazioni perché P40 è già bello, anzi in questa colorazione Silver Frost è uno dei più "attraenti" del 2020.

Restano tuttavia le problematiche legate all'ecosistema ancora in crescita; si tratta infatti di un dispositivo HMS (Huawei Mobile Services) e questo lo limita di certo, un vero peccato viste tutte le eccellenti premesse ed un prezzo di listino interessante di 799€.

(aggiornamento del 25 April 2020, ore 11:36)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker