Hi-Tech

Boston Dynamics: il robot Spot combatte il virus con la telemedicina e l'open-source

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'impiego dei robot nelle strutture sanitarie che accolgono le persone colpite dal Coronavirus (Sars-Cov-2) è una delle soluzioni prese in esame per ridurre il rischio che il personale medico si contagi ed evitare che le scorte di dispositivi di protezione individuale si esauriscano rapidamente. La sperimentazione prosegue dopo le prime prove in Cina. A portarla avanti è un'azienda ben nota nel campo della robotica: Boston Dynamics ha riadattato per la telemedicina il suo robot Spot, arrivato sul mercato verso la fine dell'anno scorso.

Un iPad montato sul robot consente di mettere in comunicazione pazienti e medici senza contatti diretti. I test sono già in corso negli Stati Uniti presso il Brigham and Women’s Hospital (Massachusetts). Il progetto potrebbe però raggiungere obiettivi ancor più rilevanti in primo luogo grazie alla decisione dell'azienda di rendere open source sia il software sia l'hardware impiegato nel progetto disponibile su GitHub). In tal modo anche aziende di robotica e sviluppatori possono dare il proprio contributo per realizzare altre soluzioni utili per tali scenari di impiego.

Spot potrebbe acquistare ulteriori abilità in ambito medico: Boston Dynamics sta valutando come dotarlo di strumenti per rilevare e monitorare parametri vitali del paziente (temperatura corporea, ritmo respiratorio, battito cardiaco e livello di ossigeno nel sangue). Si pensa ad esempio all'installazione di videocamere termiche (per misurare la temperatura) ed RGB (per il battito cardiaco). In una fase più avanzata del progetto il robot potrebbe essere anche in grado di svolgere un'attività di disinfezione degli ambienti mediante ad una lampada UV-C.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker