Hi-Tech

Google Store, maggior risalto ai marchi Pixel, Nest, Stadia e Pixelbook

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Google Store sta testando negli Stati Uniti una "piccola ma importante" modifica al layout, volta a promuovere maggiormente i suoi marchi di prodotti. Invece della categoria "smartphone" abbiamo "Pixel", invece di "dispositivi di casa connessi" abbiamo "Nest", invece di "gaming" troviamo "Stadia" (che è gratis per due mesi, se ve lo siete persi!), al posto di "laptop e tablet" abbiamo Pixelbook" (quest'ultima da noi non esiste, visto che i prodotti Chrome OS da noi non sono mai arrivati ufficialmente).

Per ora il test è ristretto a un certo numero di persone, con riscontri solo negli Stati Uniti o comunque nei mercati in lingua inglese. Di seguito due screenshot comparativi, grazie ai colleghi di 9to5google. Resta, a quanto pare, qualche piccolo dettaglio ancora da sistemare: nella sezione Nest ci sono anche le chiavette per lo streaming Chromecast, che con Nest non hanno mai avuto a che fare. O è il segnale di un futuro cambiamento?

È una scelta sensata, ora che ormai il tanto imponente quanto ambizioso progetto di fare sul serio nel campo hardware non si può più definire appena arrivato sul mercato (sono già passati quattro anni dalla presentazione della prima generazione di Pixel, e si va verso la quinta). Anzi, si può addirittura chiamare un'auto-affermazione di maturità: un passo del genere, per quanto sembri un dettaglio banale, indica secondo l'azienda che i consumatori riconoscono (e soprattutto cercano) i suoi marchi, analogamente ad Apple e al suo iPhone o a Microsoft con Surface, per fare un esempio.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker