Sport

Il Viminale risponde a Musumeci: “Tutti i viaggiatori erano in regola”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Il ministero dell’Interno risponde a Nello Musumeci. Nel pomeriggio il presidente della Regione Siciliana aveva accusato lo Stato di essere “asente” nella gestione del flusso di auto sullo Stretto di Messina la notte scorsa, ma il Viminale ha seccamente replicato: “Tutte le persone che hanno traghettato sono risultate legittimate a farlo”.

In una nota si sottolinea: “Non rispondono al vero le accuse del presidente Musumeci – mosse per di più in un momento in cui le istituzioni dovrebbero mostrarsi unite nel fronteggiare l’emergenza – secondo le quali sarebbe in atto un flusso incontrollato verso le coste siciliane”. Il Viminale ha anche sottolineato di aver registrato una diminuzione dei transiti giornalieri negli ultimi 10 giorni (“dai 2.760 di venerdì 13 marzo ai 551 di ieri, domenica 22 marzo”) e che domenica 15 marzo si era registrato il doppio di auto e quasi il triplo di passeggeri.

In base a quanto comunicato anche dalla “Caronte e Tourist” (società di navigazione che opera sullo Stretto), ieri, sono traghettati da Villa San Giovanni a Messina 551 viaggiatori e 239 auto e tutti i viaggiatori sono stati controllati.ei 551 viaggiatori: “136 sono risultati appartenenti alle Forze dell’ordine che giornalmente attraversano lo stretto per motivi di lavoro; i restanti 415 sono tutti risultati appartenenti alle altre categorie legittimate ad effettuare il traghettamento”, afferma il Viminale.

LEGGI ANCHE

IL BOLLETTINO IN ITALIA (23 MARZO)

IL GIALLO DELLA R4 ARRIVATA AD ACI TREZZA

L’articolo Il Viminale risponde a Musumeci: “Tutti i viaggiatori erano in regola” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker