Politica

Cosa contiene il "green new deal" del governo italiano

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

Ribattezzato il “primo atto normativo del green new deal” dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il decreto Clima, con il via libera definitivo della Camera, viene convertito in legge. È un provvedimento che contiene una serie di misure per raggiungere l’obiettivo di rispettare gli obblighi previsti dalla direttiva comunitaria sulla qualità dell’aria e sul contrasto al cambiamento climatico.

Tra le misure più innovative, il “buono mobilità” per i residenti nei Comuni su cui pendono procedure d’infrazione comunitarie per smog che scelgono di rottamare auto e moto, optando per trasporto pubblico e bici anche elettriche, e gli incentivi per i “green corner”, ovvero quegli esercizi commerciali che decidono di vendere prodotti sfusi o alla spina, soprattutto per quel che riguarda prodotti inquinanti come detersivi e saponi.

PROGRAMMA STRATEGICO NAZIONALE

Il Governo dovrà varare un Programma strategico nazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell’aria. Viene istituito presso il ministero dell’Ambiente il tavolo permanente interministeriale sull’emergenza climatica, con il compito di monitorare e di adeguare ai risultati le azioni del Programma strategico nazionale.

BONUS MOBILITÀ

Chi rottama, entro il 31 dicembre 2021, autovetture e motorini inquinanti può richiedere un bonus mobilità di 1500 euro per le auto e di 500 euro per i motocicli per l’acquisto di un abbonamento al trasporto pubblici locale, bici (anche elettriche) e servizi di sharing mobility. Lo stanziamento è di 255 milioni fino al 2024.

CORSIE PREFERENZIALI TRASPORTO PUBBLICO

Il decreto stanzia 20 milioni all’anno per il biennio 2020-2021, per aumentare le corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico locale nelle strade cittadine e metterle a norma e in sicurezza. Le città interessate sono quelle sopra i 50 mila abitanti e sotto procedura di infrazione per smog eccessivo.

SCUOLABUS 

Sono 10 milioni all’anno fino al 2021 le risorse che vengono stanziate per il rinnovo degli scuolabus, da sostituire con mezzi ibridi o elettrici nelle città sopra i 50mila abitanti sotto procedura di infrazione per smog eccessivo.

GREEN CORNER 

Vengono previsti degli incentivi per i negozi che allestiscono i cosiddetti green corner destinati alla vendita di prodotti sfusi e alla spina. L’incentivo è fino a un massimo di 5mila euro e può essere richiesto sia dai piccoli negozi che dai grandi supermercati cosi’ come per l’apertura di nuovi esercizi commerciali. I consumatori potranno portare da casa anche i propri contenitori per riempirli.

RIFORESTAZIONE DELLE CITTÀ

Viene previsto un programma sperimentale per la riforestazione urbana, per il quale sono stanziati 15 milioni per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il finanziamento di progetti di messa a dimora di alberi, di reimpianto e di silvicoltura, e per la creazione di foreste urbane e periurbane, nelle città metropolitane.

FONDO QUALITÀ ARIA 

Rifinanziamento del Fondo per le esigenze di tutela ambientale connesse al miglioramento della qualità ambientale dell’aria e alla riduzione delle emissioni di polveri sottili in atmosfera. 

CASCHI VERDI PER L’AMBIENTE

Nasce il programma sperimentale “Caschi verdi per l’ambiente”. L’obiettivo è realizzare “iniziative di collaborazione internazionale volte alla tutela e salvaguardia ambientale delle aree nazionali protette e delle altre aree riconosciute in ambito internazionale per il particolare pregio naturalistico, anche rientranti nelle riserve Mam Unesco, e contrastarne gli effetti derivanti dai cambiamenti climatici”.

IL CIPE DIVENTA GREEN

Da Comitato interministeriale per la programmazione economica, il Cipe diventerà Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (Cipess). La nuova denominazione scatterà dal 1 gennaio 2021. 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker