Sport

Che bello quando la maglia rosa ti riporta a casa. Anche se sei in America…

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

amenta-in-america

bb1c4ad5-be7e-411d-8194-c4c151dd6cfa 1641bc94-af0a-4822-b116-a4b214361f5b 588ed13c-3053-4524-b24a-d48b635aaba7 bb1c4ad5-be7e-411d-8194-c4c151dd6cfa

(gm) Il “nostro” Carlo Amenta ci regala una pagina di “cronaca rosanero” di rara intensità raccontandoci la sua esperienza: vedere la partita del Palermo al fianco di tanti palermitani emigrati in America, un’emozione – al di là del risultato negativo -, una “lezione” come la definisce lui che ci piace. Che mi auguro vogliate condividere con gli amici e sui social perchè c’è bisogno di sentire “più responsabilità per quello che potrebbe essere e ancora non è”.

C’è chi ha fatto il turno di notte e chi ha smontato alle 3. Ma al Palermo non si rinuncia e così, alle 8 del mattino, tutti pronti nella sede della Associazione sportiva italiana, nel Queen’s, dal presidente Damiano Palazzolo, in compagnia di tanti italo americani, per vedere Palermo – Acireale, il big match.

C’è un piccolo spaccato di Sicilia in questa sala che freme per i rosanero. C’è chi si è trasferito già negli anni ’80 e ormai è pienamente inserito con i figli, ormai americani, che lavorano e si fanno onore sfruttando le opportunità che i genitori gli hanno dato, faticando e lavorando per conquistare il sogno americano. C’è chi è appena arrivato e non conosce altro che lavoro, per mettere da parte i primi soldi, per cominciare a costruire il proprio futuro, lontano da casa ma con l’orgoglio di chi sa di essere arrivato in un posto dove la fatica è ripagata.

Lo so, chi legge può pensare che ci sia troppa retorica ma davvero farebbe bene, a ciascuno di noi che siamo rimasti in Sicilia, fare un viaggio qui, guardare negli occhi questi ragazzi e questi uomini ancora così innamorati della propria terra. Forse sentiremmo più responsabilità per quello che potrebbe essere e ancora non è. Forse ci impegneremmo di più per far sì che l’America possa essere a casa, per chi ci nasce e per chi viene da altri paesi, qualunque esso siano.

Ho conosciuto tanti tifosi e mi stupisco sempre di quanto il calcio possa aggregare, unire e dare emozioni incredibili. Quando decidete di non andare allo stadio, quando fischiate la squadra perché perde o gioca male, quando pensate che dovreste avere di più della categoria in cui giocate, pensate a questi ragazzi e questi uomini. Per loro il rosanero significa casa e quando lo vedono il cuore batte forte. Non conta la stanchezza e non conta la categoria, la maglia li riporta a casa, anche solo per due ore. E mi hanno dato una lezione che non dimenticherò mai. Forza Palermo!

LEGGI ANCHE

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

VERTICE SOCIETARIO DOPO LA SCONFITTA

SANTANA, ROTTURA DEL TENDINE D’ACHILLE

RISULTATI SERIE D, COME CAMBIA LA CLASSIFICA

L’articolo Che bello quando la maglia rosa ti riporta a casa. Anche se sei in America… proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker