Hi-Tech

Fitbit, i retroscena che l'hanno portata alla vendita a Google

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Google ha annunciato l'acquisizione di Fitbit già qualche settimana fa per 2,1 miliardi di dollari, ma l'affare effettivo si concluderà solo tra qualche mese, quando (se!) tutti gli enti regolatori daranno la loro approvazione. Google dovrebbe comunque avere già delle idee, un piano, su cosa fare di questa nuova risorsa, eppure dalla dirigenza non è ancora trapelata alcuna informazione. E visto quanto problematiche siano diventate le fughe di notizie in quel di Mountain View, è un fatto notevole. Stando a quanto riporta Wired, anche lo stesso team dedicato agli indossabili in Google è all'oscuro di tutto.

La testata, tuttavia, non si dà per vinta e parla con dipendenti Fitbit, che raccontano delle condizioni che l'hanno portata alla vendita. È la storia di un'azienda senza una direzione chiara, con cambi di priorità troppo frequenti, viavai continuo di dipendenti e problemi manageriali. Non venivano allocate sufficienti risorse alla divisione di ricerca e sviluppo, così lo studio di tecnologie innovative per il futuro e funzioni avanzate per i dispositivi già in distribuzione era al minimo. Anche la collaborazione con la FDA per aggiungere nuove funzioni relative alla salute, come il monitoraggio dell'apnea notturna, si trascinava senza risultati.

È famoso il caso del sensore di SpO2 (ovvero il pulsossimetro, che misura il tasso di ossigeno nel sangue), che pur essendo a bordo degli smartwatch marchiati Fitbit è a tutt'oggi del tutto inerte. Gli aggiornamenti ricevuti dai dispositivi sono stati prevalentemente secondari. La società non è nemmeno riuscita a espandersi con successo in campi limitrofi a quelli di fitness band e smartwatch, tranne qualche piccola nicchia come quella delle bilance smart della serie Aria. Fitbit stava lavorando a progetti come orologi da comodino intelligenti e qualche tipo di auricolari, ma sono stati cancellati in corso d'opera.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker