Hi-Tech

Attenzione alle fotocamere digitali con WiFi: l'attacco malware è fin troppo facile

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Le estorsioni si sono rapidamente evolute con l'era digitale, dalle minacce dirette si è passati a quelle in remoto, sfruttando malware e sue degenerazioni. Ma se la rete si va via via aggiornando per tenersi al passo degli elementi malevoli che lo popolano, i dispositivi elettronici restano le vittime preferite degli hacker, e la prossima ondata potrebbe interessare le fotocamere digitali.

A scoperchiare il vaso ci ha fortunatamente pensato Check Point Software Technologies, azienda esperta del settore che nelle scorse ore ha pubblicato un report sul nuovo rischio e documentato passo per passo le criticità legate a questo tipo di attacco. L'obiettivo del ricercatore Eyal Itkin è stato il "Picture Transfer Protocol", uno standard creato dalla International Imaging Industry Association che permette il trasferimento di immagini e video dalle fotocamere ai computer ed altre azioni, come l'aggiornamento firmware.

Una volta stabilita la connessione, il protocollo PTP si trasforma nel più classico dei cavalli di troia; simulando un attacco hacker il ricercatore ha dimostrato di poter facilmente sfruttare uno dei comandi non criptati per introdurre il codice maligno. Sia tramite WiFi sia USB. Per l'occasione è stata scelta come vittima una Canon EOS 80D, reflex con Dual Pixel CMOS AF e sensore da 24,2MP presentata nel 2016: l'attacco wireless è stato eseguito in pochi secondi, capace di criptare il contenuto della SD card presente al suo interno.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Techinshop a 635 euro oppure da Amazon a 690 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker