Hi-Tech

Huawei HarmonyOS: cosa cambia per gli utenti e gli sviluppatori

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Huawei passa al contrattacco. Dopo la decisione dell’amministrazione Trump di sospendere i rifornimenti di software e componenti Made in Usa – sospensiva che come noto sortirebbe effetto solo dopo la fine della proroga, prevista per il prossimo 19 agosto – la società cinese ha annunciato ieri l’uscita del suo personalissimo sistema operativo, HarmonyOS. In realtà è già da qualche anno che la società cinese lavora su una piattaforma tutta sua, nome in codice Hongmeng, ma quello che in principio sembrava solo un progetto parallelo e piuttosto sperimentale sembra aver acquisito un’altra dimensione proprio dopo il Big Ban statunitense.

UNA PIATTAFORMA CHE NON VA SUI TELEFONI (PER ORA)

Insomma, Huawei fa sul serio. Vuole emanciparsi dai fornitori a stelle e strisce. Il che non significa che d’ora in poi tutti i prodotti Huawei avranno un sistema operativo proprietario. Per quanto ancora abbastanza evasiva nelle dichiarazioni, la società ha fatto capire che per ora HarmonyOS resta confinata alle nuove TV del gruppo (come la nuova Honor Vision appena lanciata sul mercato cinese) e ai prodotti IoT come smart speaker, smart display, prodotti indossabili e componenti per il settore automobilistico. I telefoni, insomma, resteranno ancora fuori e “fedeli” ad Android, almeno fintantoché Huawei sarà libera di accedere alle risorse di Google. Poi, eventualmente, si cambierà strada.

Nel frattempo i programmatori possono iniziare a prendere confidenza con la nuova piattaforma e soprattutto con le sue specifiche. Che, a quanto pare, sono state pensate per supportare il maggior numero di app e garantire al contempo la migliore esperienza d’uso. "La chiave – ha sottolineato il numero uno della divisione CMG, Richard Yu – risiede nell’architettura distribuita di HarmonyOS, costruito su un micro-kernel che consentirà agli sviluppatori di realizzare una sola volta le applicazioni". Ci penserà la flessibilità della piattaforma a garantirne l’adattabilità su tutti i principali scenari (e quindi sui vari dispositivi).


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 349 euro oppure da ePrice a 748 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker