Hi-Tech

Huawei e ZTE contro la riforma del Golden Power italiano: rallenta il 5G e discrimina

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Governo italiano ha recentemente riformato la normativa sul Golden Power, introducendo una nuova serie di obblighi e sanzioni per le aziende operanti nei cosiddetti settori strategici che stringeranno accordi commerciali con società extra-europee, senza darne comunicazione alle Autorità entro il limite di tempo stabilito dal nuovo decreto.

La riforma nasce con lo scopo di rendere il Governo un elemento attivo all'interno del processo decisionale che riguarda gli asset strategici del Paese – come il 5G -, dal momento che dovrà essere informato di ogni movimento che avverrà all'interno di questi settori, tuttavia i nuovi poteri non sembrano essere stati accolti con favore da due dei principali partner cinesi interessati alla vicenda; Huawei e ZTE.

Le due aziende – come si apprende dall'agenzia Reuters – hanno espresso le proprie perplessità in merito al decreto-legge varato negli scorsi giorni. Huawei lo definisce come un elemento di discriminazione nei suoi confronti; la società infatti ritiene che tali regole debbano essere applicate anche a qualsiasi altro concorrente, non solo quelli extra-europei.


Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 447 euro oppure da Unieuro a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker