Hi-Tech

NASA a lavoro sui robot LEMUR pensati per l'esplorazione estrema dei pianeti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quando si parla dell'esplorazione di altri pianeti grazie all'uso di mezzi tecnologicamente avanzati, vengono immediatamente in mente i rover in utilizzo su Marte e quelli in sviluppo per le prossime missioni sul pianeta rosso (Mars 2020), tuttavia sappiamo bene come il più recente di questi, Curiosity, sia in grado di muoversi piuttosto agevolmente tra pianure e crateri, ma risulti limitato con pendenze più elevate, zone impervie o aree ghiacciate.

Al Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA a Pasadena, si lavorano a diverse tecnologie in grado di migliorare le capacità esplorative dei mezzi del futuro, tra le creazioni più promettenti che hanno dato il via allo sviluppo di ulteriori versioni ottimizzate, trova spazio il robot LEMUR (Limbed Excursion Mechanical Utility Robot).

Questo mezzo nasce in origine come robot di riparazione per la Stazione Spaziale Internazionale, si tratta di un mezzo dotato di 4 gambe che nella zona di contatto presentano 16 pinze a gancio, in grado di scalare zone a forte pendenza come pareti rocciose, oppure entrare in depressioni del terreno che i rover a ruote non potrebbero affrontare. Questo arto a 16 "dita" è potenzialmente in grado di ospitare altrettante strumentazioni scientifiche per l'analisi in loco, inoltre, il suo sistema di movimento basato sull'intelligenza artificiale, gli permette di evitare gli ostacoli e migliorare la navigazione imparando dagli errori del passato.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker