Sport

Chi è Paola Egonu, la portabandiera olimpica ai Giochi di Tokyo 2020

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Rappresentante di tutti gli atleti a cinque cerchi. É questo il ruolo scelto alle Olimpiadi di Tokyo per Paola Egonu, superstar della pallavolo italiana e mondiale, selezionata dal Cio (attraverso il Coni) come una dei 6 portabandiera olimpici: coloro che sono designati a portare la bandiera olimpica nella cerimonia d’apertura dei Giochi. Ma chi è Paola Egonu? Quale è la sua storia?

Paola Ogechi Egonu nasce a Cittadella (provincia di Padova) il 18 dicembre 1998 da genitori di origine nigeriana: nonostante sia nata in Italia, in virtù delle leggi italiane ottiene la cittadinanza solo a 14 anni, a seguito del rilascio del passaporto al padre. Sin da giovanissima pratica la pallavolo proprio nella cittadina veneta, ma il momento cruciale della carriera arriva nella stagione 2013-14, quando viene tesserata dal Club Italia (squadra della federazione Italia Pallavolo): vi resta per 4 anni, giocando una stagione in B1, una in A2 e altre due in Serie A1.

Già si parla nell’ambiente pallavolistico delle sue straordinarie doti, soprattutto in attacco: Egonu dimostra subito grinta, personalità e soprattutto potenza, sia nei colpi di attacco che nella elevazione. Paola oggi è alta 1,93m e in elevazione raggiunge i 3,44m; la potenza dei suoi attacchi è spesso irresistibile. Ne sa qualcosa l’allora San Casciano (oggi Firenze) contro cui Egonu nel campionato 16/17 segna 46 punti in una partita, record assoluto per la Serie A1 femminile (lo ritoccherà nel 2020/21, con 47 punti nella gara 1 delle finali scudetto).

Nel 2017/18 approda per la prima volta in un club vero e proprio, nella Agil Novara: con le piemontesi vincerà due supercoppe italiane, due Coppe Italia e la Champions 18/19. Poi il passaggio all’Imoco Conegliano con cui vince altre due supercoppe italiane e due coppa Italia, ma anche un Mondiale per Club (nel 2019). La sua consacrazione definitiva a livello di club arriva nella stagione post lockdown: nel 2020/21 vince il suo primo scudetto e fa doppietta con un’altra Champions League.

In maniera inesorabile, diventa un punto di riferimento anche in Nazionale: nel 2015 vince l’oro mondiale under 18 e trascina anche l’under 20 al bronzo. A Rio 2016 viene convocata – a soli 17 anni – ma per l’Italia è una spedizione fallimentare (azzurre fuori nei gironi) Nel 2017 è argento al World Grand Prix con la nazionale maggiore, mentre nel 2018 arriva a un passo dal diventare campionessa del mondo (Italia sconfitta in finale contro la Serbia in Giappone). Nel 2019 è bronzo agli Europei.

Oggi Paola Egonu è un personaggio a tutto tondo: campionessa e atleta devastante in campo; ragazza sincera ed estroversa fuori; seguitissima sui social dai giovani e sempre pronta a raccontare senza filtri e schemi preconcetti il suo modo di essere. E ora anche portabandiera olimpica.

L’articolo Chi è Paola Egonu, la portabandiera olimpica ai Giochi di Tokyo 2020 proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker