Hi-Tech

Apple, Samsung e Microsoft accusate da iFixit di ostacolare il diritto alla riparazione

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I colossi del mercato tecnologico non fanno abbastanza per garantire il diritto alla riparazione. È questa la dura accusa lanciata da IFixit, un marchio ben noto per esaminare i segreti più nascosti della progettazione dei dispositivi elettronici con i suoi approfonditi teardown. Il tema non è nuovo – se ne occupa da tempo anche l'Europa – ma sono nuove le accuse lanciate dal co-fondatore di iFixit, Kyle Wiens, ad aziende come Apple, Samsung e Microsoft nel corso dell'audizione presso la Productivity Commission australiana.

La materia del contendere è semplice: queste società intervengono sulla progettazione dei dispositivi elettronici e sulla filiera dei fornitori per impedire a terze parti di eseguire le riparazioni – vale a dire rendendo impossibile l'accesso agli strumenti e alle parti di ricambio necessarie per effettuare l'intervento.

ESEMPI PRATICI

Non è un'accusa generica ma molto ben circostanziata e avvalorata da esempi pratici. Wiens ne evidenzia alcuni tra i più significativi:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker