Hi-Tech

La Luna oscillerà e la NASA avvisa: pericolo inondazioni catastrofiche nel 2030

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Un'oscillazione dell'orbita lunare, che impiega 18,6 anni per essere completata, sarà presto la causa di un'ascesa nelle inondazioni dovute all'alta marea su tutte le coste degli Stati Uniti.

L'allarme lo lancia la NASA, spiegando in uno studio condotto dall'Università delle Hawaii come il fenomeno che interessa il nostro satellite non costituisca di per sé una novità o un pericolo (è stato osservato per la prima volta nel 1728), e che però gli effetti di questa oscillazione sull'attrazione gravitazionale della Luna, responsabile come noto delle maree terrestri, combinandosi con l'innalzamento del livello del mare derivante invece dal riscaldamento climatico del pianeta produrrà a metà del prossimo decennio, quello del 2030, uno scenario critico.

Attualmente, la Luna si trova già in una parte del suo ciclo che amplifica l'effetto delle maree. Nonostante ciò, il livello del mare lungo le coste statunitensi non è ancora aumentato al punto da provocare un regolare superamento delle soglie di inondazioni. Ma andrà diversamente la prossima volta che il satellite attraverserà questa parte del proprio ciclo, a metà degli anni '30: secondo la NASA, infatti, ci sarà un aumento sensibile delle inondazioni su quasi tutto il territorio costiero degli Stati Uniti, incluse le Hawaii e il Guam. Solo le aree più settentrionali, inclusa quella dell'Alaska, saranno risparmiate per un altro decennio o oltre.


Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 203 euro oppure da Amazon a 249 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker