Sport

Da Petralia a San Gregorio Magno: il Palermo dopo un anno ha costruito le basi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT



Da Petralia a San Gregorio Magno: un anno dopo, la preparazione del Palermo per la nuova stagione sarà totalmente differente. Il ritiro pre-campionato in Campania testimonia che la dirigenza rosanero non vuole ‘cascare’ nuovamente negli errori commessi un’estate fa.

Il 24 agosto 2020 soltanto in venti sono andati in ritiro a Petralia Sottana, sotto la guida di Roberto Boscaglia. I rosanero, così, non hanno raggiunto il numero minimo di giocatori per organizzare partitelle interne e, date le restrizioni per la pandemia, non sono state giocate amichevoli contro altre società. Inoltre, il Palermo era ancora lontanissimo dalla rosa definitiva: molti calciatori si sono uniti a campionato in corso, alcuni fondamentali nello scacchiere del tecnico gelese, come Almici e Luperini. I risultati delle prime gare hanno quindi penalizzato i rosanero: partenza con tre sconfitte, tre pareggi e la prima vittoria dopo un mese e mezzo (46 giorni dopo, contro la Juve Stabia).

Dopo undici mesi, invece, la storia è diversa: in Campania la squadra è composta già da 27 giocatori, di cui quattro acquisti di questa sessione di calciomercato. I nuovi innesti, comunque, difficilmente occuperanno un posto da titolare nella formazione: l’idea di Giacomo Filippi è stata quella di mantenere il più possibile il gruppo della scorsa stagione ed è lì che il tecnico vuole ‘costruire’ le basi per puntare a un piazzamento migliore in Serie C.

Proprio la permanenza di Filippi in squadra avrà una notevole importanza e sarà il ‘bonus’, la marcia in più, rispetto allo scorso campionato. Il ritiro di Petralia è stato certamente limitante per la carenza di giocatori, ma lo è stato ancora di più per il fatto che Boscaglia era stato presentato ‘in rosa’ soltanto sei giorni prima. Il tecnico non aveva avuto modo di conoscere bene la squadra e ha faticato ad imporre il proprio stile di gioco, a partire dal modulo: il 4-2-3-1. Oggi Filippi, che predilige la difesa a tre, ha alle spalle già quattordici gare con il Palermo (solo tre sconfitte) e quasi sei mesi nei quali ha avuto il coraggio di stravolgere le vecchie idee di calcio e, soprattutto, ha instaurato un rapporto ‘di fiducia’ con i ragazzi, di certo uno dei punti deboli della precedente gestione.

LEGGI ANCHE

PALERMO, IN BOCCA AL LUPO! COMINCIA LA NUOVA STAGIONE

PALERMO, LA LISTA DEI CONVOCATI PER IL RITIRO

CALCIOMERCATO PALERMO, TUTTI GLI ACQUISTI E LE CESSIONI

L’articolo Da Petralia a San Gregorio Magno: il Palermo dopo un anno ha costruito le basi proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker