Hi-Tech

Il primo ponte al mondo stampato in 3D è nel quartiere a luci rosse di Amsterdam

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La regina Máxima dei Paesi Bassi era presente, ma ha lasciato il compito a un robot: è stato lui, armato di forbici, a tagliare il nastro. E non poteva che iniziare così la vita del primo ponte al mondo stampato in 3D, aperto al pubblico giovedì 15 luglio ad Amsterdam, sul canale Oudezijds Achterburgwal, nel vivo della città e del quartiere a luci rosse.

La struttura, il cui peso ammonta a 4.500 kg, è stata realizzata in acciaio inossidabile e non sarebbe stata possibile senza l'impiego dei robot che ne hanno realizzato il complesso stampaggio in 3D.

Il progetto, che ha mosso i primi passi a fine 2015, è stato portato a termine dalla società olandese MX3D in sinergia con l'Imperial College di Londra (ICL), e vi hanno lavorato l'azienda di progettazione Joirs Laarman Lab, ArcelorMittal per quanto concerne la parte metallurgica, Autodesk per quella digitale, Lenovo per la sensoristica computazionale, Heijmans per quel che riguarda le costruzioni, Air Liquide e Oerlikon per le saldature, e infine ABB Robotics per, beh, la robotica.

Per quanto riguarda la stampa 3D, si tratta di un risultato che non ha precedenti, come spiega il professore Leroy Gardner dell'ICL:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker