Hi-Tech

Green Pass obbligatorio per i trasporti a lunga distanza: l'ipotesi del Governo

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Green Pass obbligatorio si o no? E soprattutto per accedere a quali servizi? Sono questi i temi che stanno dividendo la politica e l'opinione pubblica italiana in questi giorni. L'idea che assume consistenza va nella direzione di trovare un'alternativa rispetto alla strada segnata dalla Francia pochi giorni fa, un po' meno restrittiva ma comunque adeguata per contenere la diffusione del virus e delle sue pericolose varianti. Al presidente del consiglio Draghi spetta il compito di mediare tra le posizioni improntate alla massima precauzione e quelle di chi già grida allo scandalo, interpretando l'uso obbligatorio del Green Pass come un attentato alle libertà individuali, uno strumento per creare una società orwelliana.

Uno degli scenari in cui il Green Pass potrebbe essere reso obbligatorio riguarda la possibilità di accedere ai mezzi di trasporto a lunga percorrenza, in primo luogo treni e aerei. L'ipotesi è al vaglio del Governo che prenderà una decisione al riguardo nei primi giorni della settimana prossima, lunedì o martedì, dopo aver esaminato il consueto rapporto settimanale dell'ISS che verrà pubblicato oggi (16 luglio). Si esclude per ora la possibilità di richiedere il Green Pass per i mezzi di trasporto a breve percorrenza, come metro e autobus urbani, principalmente perché effettuare i controlli sarebbe complicato considerati l'intensità dei flussi.

Si valutano anche modifiche all'utilizzo del Green Pass, almeno per determinati tipi di attività. L'idea è di prevederlo solo dopo la seconda dose di vaccino. Tutte idee da sviluppare, così come sarà necessario definire con più precisione le eventuali estensioni dell'obbligo di utilizzo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker