Hi-Tech

Amazon nei guai in USA per il mancato richiamo di oltre 60 mila articoli pericolosi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

24 mila rilevatori di monossido di carbonio, pigiami per bambini facilmente infiammabili, 40 mila asciugacapelli mancanti delle certificazioni di sicurezza obbligatorie per legge. Sono i prodotti difettosi e quindi potenzialmente pericolosi o addirittura non conformi alla legge che la commissione per la sicurezza dei prodotti consumer degli Stati Uniti (CPSC) contesta ad Amazon per avergli dato spazio sul suo ecommerce e per non aver agito prontamente nel momento in cui è emersa la loro pericolosità.

Così il CPSC ha presentato una denuncia contro l'azienda di Jeff Bezos per indurla a richiamare gli articoli al centro della vicenda. La commissione USA ha spiegato attraverso una dichiarazione che questi prodotti rappresentano un rischio potenziale di lesioni gravi o addirittura di morte, per cui Amazon è legalmente responsabile del loro richiamo e quindi deve ritirarli dal mercato, oltre che a collaborare con il CPSC per diramare un richiamo o comunque per "consigliare" loro di liberarsene nel più breve tempo possibile, il tutto subordinato al rimborso completo di quanto pagato.

Amazon affermava in precedenza e continua a farlo di essersi già mossa nella direzione indicata dalla commissione, e lo stesso CPSC ha ammesso nel comunicato stampa che è vero, Amazon si è attivata ma le azioni intraprese non sono sufficienti. Questo quanto dichiarato a Gizmodo dall'azienda di Bezos:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker