Hi-Tech

Via il caricabatterie: gli indossabili si alimentano col sudore

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Se gli escrementi si possono trasformare in energia e valute digitali, cosa vieta alla scienza di trovare un modo per riutilizzare anche il sudore per fini (ancora) più utili? Studi in tal senso sono stati già condotti in passato – si ricorda la e-skin che per la misura dei parametri vitali – e proseguono tagliando nuovi traguardi. I ricercatori dell'università della California (UC San Diego Jacobs School of Engineering) hanno realizzato un dispositivo indossabile che trasforma il sudore (e un semplice tocco) in una fonte di energia.

Si presenta come una sottile striscia flessibile – sembra un cerotto, ma non lo è – che può essere avvolta attorno alla punta delle dita, una posizione scelta non a caso perché quello è il punto del corpo che produce costantemente sudore.

POTERE DELLE DITA (SUDATE)

È un dispositivo unico nel suo genere, dicono i ricercatori, perché a differenza di altri dispositivi indossabili alimentati dal sudore, questo funziona anche senza che chi lo indossa compia alcuna attività fisica: l'utente può quindi accumulare energia anche mentre resta immobile o dorme. Questo è possibile proprio perché le dita hanno la peculiarità di produrre sempre sudore, come ricordano gli studiosi:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker