Hi-Tech

Nessuno dà il consenso al tracking su iOS, panico tra Facebook e inserzionisti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Facebook e gli inserzionisti che sfruttano la piattaforma di advertising di Mark Zuckerberg sono in "panic mode" da quando è uscito iOS 14.5: un nuovo report di Bloomberg indica che solo il 25% degli utenti del social su iPhone hanno dato il loro consenso al tracciamento a fini pubblicitari (e sembra anche una stima ottimista). Gli investitori perdono dati preziosi per personalizzare gli annunci, ed è già tangibile un decremento della loro efficacia – che porta inevitabilmente a minori introiti.

Gli effetti delle novità di iOS 14.5 hanno iniziato a farsi sentire il mese scorso. I clienti di Facebook dicono che Facebook non è più in grado di capire quanti annunci si trasformano in acquisti, e così e più difficile valutarne l'efficacia. La perdita di queste informazioni rende inoltre Facebook incapace di mostrare i prodotti di un'azienda a potenziali nuovi clienti. È anche più difficile proporre agli utenti annunci su articoli che hanno cercato online ma che poi non hanno acquistato.

Gli analisti che seguono il settore, in particolare Eric Seufert del noto blog di settore Mobile Dev Memo, non si fanno remore a parlare di "impatto devastante" per la maggior parte degli inserzionisti. Rimane tuttavia il dubbio se gli effetti saranno duraturi nel tempo o se il settore si assesterà a breve. Precedenti analisi lasciano intuire che le campagne si stiano semplicemente spostando verso Android, che non ha implementato misure di tutela della privacy paragonabili alla App Tracking Transparency di Apple. Probabilmente Google, che deve la maggioranza dei suoi introiti proprio alla pubblicità, non lo farà mai, ma anch'essa si sta adoperando per ridurre l'invasività degli annunci.


Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Kasigra a 679 euro oppure da Amazon a 789 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker