Hi-Tech

Google non molla Stadia: ecco la strategia per attirare sviluppatori

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Nel corso del Google for Games Developer Summit il colosso di Mountain View ha fatto il punto sulle mosse che ha intenzione di attuare nel futuro prossimo per continuare a sostenere Stadia, la propria piattaforma di cloud gaming che non è ancora decollata ma non per questo big G sembra avere intenzione di abbandonare.

Uno dei paradossi fondamentali di Stadia è che i problemi non riguardano tanto la qualità del servizio, che è al vertice del neonato settore del gioco in streaming, quando la quantità e la qualità dell'offerta. Il problema, per Google, sta nel rendere Stadia un approdo interessante per gli sviluppatori, andando così a creare un catalogo ricco e variegato.

Per questa ragione è anzitutto in arrivo un taglio sulla percentuale che Google trattiene dalle vendite dei giochi sullo store di Stadia: a partire dall'1 ottobre e fino al termine del 2023, infatti, le trattenute sulle entrate saranno ridotte al 15%, e saranno normalizzate solo laddove i singoli titoli superino i 3 milioni di dollari di incassi. Una politica che ricorda da vicino quella adottata sul Play Store.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker