Hi-Tech

WhatsApp e la privacy: consumatori europei chiedono chiarimenti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

WhatsApp e la nuova informativa privacy tornano ancora una volta sotto i riflettori dopo la denuncia presentata dall'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) alla Commissione europea e alla rete europea delle autorità a tutela dei consumatori. BEUC sottolinea che WhatsApp ha posto in essere molteplici violazioni dei diritti dei consumatori dell'Unione Europea e punta l'indice in particolare contro le notifiche persistenti, ricorrenti e invadenti che spingono gli utenti ad accettare i nuovi termini di servizio e la nuova informativa privacy. BEUC motiva così la denuncia sottoscritta da 8 dei suoi membri*

Da diversi mesi WhatsApp esercita indebite pressioni sui propri utenti affinché accettino i nuovi termini d'uso e l'informativa privacy. Eppure questi termini non sono né trasparenti, né comprensibili per gli utenti.

PRESSIONI INDEBITE E POCA CHIAREZZA

In merito alle notifiche BEUC aggiunge che il contenuto, la natura, la tempistica con cui vengono inviate e la ricorrenza pregiudicano la libertà di scelta dei consumatori, configurando comportamenti che violano la Direttiva UE sulle pratiche commerciali sleali.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker