Hi-Tech

Robot pasticcione addio: un algoritmo del MIT per vestire le persone senza fare danni

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Un algoritmo per "educare" un robot a fare movimenti e compiere mansioni che non siano dannose per la controparte umana. É questo il succo della ricerca condotta dal Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory del MIT, tradottosi nella realtà nell'implementazione di un robot capace di vestire una persona. Sembra poco, ma non lo è affatto, e le ricadute potrebbero essere davvero importanti per aiutare le persone con disabilità.

La robotica sta raggiungendo risultati davvero sorprendenti, lo abbiamo visto di recente con il magazzino merci di Ocado in cui centinaia di automi con occhi Xbox Kinect si muovono in modo coordinato per preparare le borse della spesa ordinata online dai clienti. Per non parlare dei livelli raggiunti da Boston Dynamics, recentemente passata sotto il controllo di Hyundai. E gli esempi potrebbero andare avanti, riguardando tantissimi campi di applicazione, dalla medicina alla sicurezza, sino al mero divertimento (ricordate gli umanoidi tifosi in Giappone?).

Il caso del MIT va addirittura oltre, toccando aspetti sinora poco esplorati come l'interazione uomo-robot. Un nostro amico al quale chiediamo di versare del caffè nella tazza compirà l'azione correttamente, senza fare pasticci (a meno che la volontà non sia diversa, ma questo è un altro discorso…). Ma chi l'ha detto che il robot riesca a compiere la medesima operazione tenendo la persona umana lontano dal pericolo? Un nostro scatto, ad esempio, potrebbe portarlo a versare il caffè bollente sulla mano. Un robot può essere programmato alla perfezione, con algoritmi che lo guidano a versare il caffè nella tazza con margini di errore infinitesimali, ma ciò che manca al robot stesso è la percezione del pericolo, la consapevolezza di non fare del male a chi si trova davanti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker